Questa mattina, mercoledì 18 gennaio, a partire dalle ore dieci il primo turno e dalle 11.30 il secondo, gli alunni della Pacuvio sono stati nel teatro dei Salesiani dove era in scena Shoah, frammenti di una ballata, uno spettacolo di Fabrizio Saccomanno accompagnato dal musicista albanese Redi Hasa.

Lo spettacolo ha raccontato quattro storie di adolescenti vissuti al tempo della Shoah in Ucraina, Ungheria, Polonia e Italia, dal 1942 al 1946. E’ questa infatti la settimana della Giornata della Memoria, pertanto si è parlato dell’Olocausto, ma visto con gli occhi di piccoli innocenti: del bambino ucraino che sopravvive da solo in un bosco per sottrarsi ai nazisti; di uno scolaro ungherese deportato da un villaggio; di un tredicenne polacco che affronta le selezioni vita-morte ad Auschwitz (quest’anno è il 71esimo anniversario della liberazione del campo di sterminio polacco) e di un orfano di dieci anni che attende di partire per la Terra Promessa, ma non sa dov’è.

La straordinaria interpretazione di Fabrizio Saccomanno e le toccanti note del violoncellista Redi Hasa hanno tenuto inchiodati per più di un’ora i giovanissimi spettatori che conserveranno per sempre nei loro cuori questa straordinaria lezione di storia e di vita.