Il MIUR sta lavorando sulla delega per la riforma degli esami di stato della scuola secondaria di 1° e 2° grado.
Una delle novità più sorprendenti, per quanto riguarda la valutazione nella scuola del primo ciclo di istruzione, è che scompaiono i voti numerici e, di conseguenza, la media aritmetica per la valutazione finale dell’esame di stato del primo ciclo. Questi vengono sostituiti da una scala di cinque livelli espressa in lettere (A, B, C, D, E). La valutazione sarà accompagnata da un giudizio che descrive i livelli di apprendimento e delle competenze, sulla base di indicatori nazionali che saranno forniti dal Ministero….

Continua a leggere qui:
http://www.snalsbrindisi.it/modules.php?name=News&file=article&sid=3045